Spaziomarzi - Ginecologo sul web... e in studio. A milano home page spaziomarzi: chi e' Marco Marzi, il ginecologo Il ginecologo si presenta

Spaziomarzi - perizie medico legali La mia attività di perito medico legale

Dov' lo studio del ginecologo
spazioalmarzi - area di libero pensiero del ginecologo
NIENTE PANICO

Warning: file_exists(): open_basedir restriction in effect. File(../classes) is not within the allowed path(s): (/var/www/clients/client1/web93/web:/var/www/clients/client1/web93/private:/var/www/clients/client1/web93/tmp:/var/www/spaziomarzi.net/web:/srv/www/spaziomarzi.net/web:/usr/share/php5:/usr/share/php:/tmp:/usr/share/phpmyadmin:/etc/phpmyadmin:/var/lib/phpmyadmin:/usr/share/pear) in /var/www/clients/client1/web93/web/writein3/classes/include_all.inc.php on line 19


Torna alla pagina principale

26/06/2007
La contraccezione di emergenza
Rapporti non protetti e rischio gravidanza

Ho avuto un rapporto a rischio e ho paura di rimanere incinta. Come posso fare?

Quando c'e' un rapporto a rischio, perchè non viene utilizzato alcun metodo contraccettivo  o perchè il preservativo si rompe, può venir utilizzata la cosiddetta contraccezione del giorno dopo.
La contraccezione del giorno dopo (o post-coitale, CPC) è utilizzata per prevenire una gravidanza indesiderata, ma non è né un metodo anticoncezionale né un metodo abortivo.
Non è un anticoncezionale perché non va usata regolarmente: si usa soltanto in caso di «emergenza», dopo un rapporto a rischio (non protetto).
Non è abortiva perché si interviene prima che avvenga la fecondazione o prima che un eventuale uovo fecondato si impianti nell’utero, perciò prima dell’inizio di una gravidanza.
.
I metodi oggi disponibili per la contraccezione del giorno dopo sono la spirale intrauterina e pillole a base di ormoni.

La spirale "del giorno dopo"
E' il metodo ritenuto più efficace (vicino al 100%).
Bisogna rivolgersi a un ginecologo, che la inserisce all’interno dell’utero entro cinque/sette giorni dal rapporto a rischio. La spirale inserita "per emergenza" può essere poi un metodo contraccettivo efficace e di lunga durata; se richiesto, viene invece rimossa dopo le prime mestruazioni.
La spirale ha il grande vantaggio che, dopo aver risolto il problema del rapporto a rischio, se ben tollerata, diventa un efficace metodo contraccettivo.

La pillola "del giorno dopo"
Viene generalmente somministrato una pillola che si chiama Levonorgestrel.
La confezione contiene 1 pillola da 1.5mg: si  prende non oltre 72 ore dopo il rapporto a rischio, meglio comunque entro le 12 ore. Ci vuole la ricetta medica.

La contraccezione ormonale ha una sicurezza elevata ma non completa. In caso di mancata mestruazione o mestruazione scarsa è consigliabile fare un test di gravidanza. Le statistiche dicono che l’uso di questo metodo riduce del 75% il rischio di gravidanza.

La contraccezione ormonale "del giorno dopo" agisce soprattutto impedendo o ritardando l’ovulazione. Inoltre modifica la mucosa dell’utero rendendola inadatta all’annidamento di un eventuale uovo fecondato. Sicuramente, non è in grado di interrompere una gravidanza già iniziata.

La contraccezione del giorno dopo non sostituisce la pillola contraccettiva tradizionale.
Ovviamente, la pillola del giorno dopo è da evitare in caso di gravidanza accertata; la prudenza suggerisce di evitarla anche se si soffre di cefalea con marcati sintomi neurologici.

Che fare in caso di gravidanza? Sia con la spirale che con le pillole, l’eventualità di una gravidanza è rara. In caso di fallimento della contraccezione del giorno dopo e in caso si decida di continuare la gravidanza, il feto non corre rischi maggiori di malformazioni rispetto ai feti concepiti da donne che non hanno utilizzato questi metodi.



Se avete un problema o un dubbio da sottoporre al Dott. Marzi potete scrivere a
info@spaziomarzi.net.

  follow me >  facebook twitter


Spazio alla prevenzioneCosa succede quando...niente panico

chi è | contatti | cosa succede quando | no panic | spazio alla prevenzione | marzi blog
home | link | mappa del sito